Referendum confermativo anche con maggioranza dei due terzi

La SVP, nemmeno con una maggioranza dei due terzi, potrà evitare il referendum confermativo sulla sua legge sulla "partecipazione".

In vista della possibile trattazione conclusiva del disegno di legge del gruppo consiliare SVP sulla partecipazione dei cittadini entro la pausa estiva, l’Iniziativa per più democrazia fa presente:

Leggi tutto...

Le nostre aspettative nei confronti dei rappresentanti al Parlamento italiano

legate alla riforma dell’Autonomia

  • Modifica dell'art. 47, comma 4, dello Statuto per consentire l'iniziativa popolare sui diritti referendari e sul diritto elettorale.
  • Introduzione dell'iniziativa popolare statutaria come diritto civile, cioè il diritto dei cittadini di richiedere un referendum propositivo per modificare lo Statuto nonché del Consiglio provinciale (con maggioranza qualificata).
  • Trasferimento alle futura "Regione autonoma Alto Adige/Südtirol" la sovranità statutaria, sul modello delle Regioni a statuto ordinario. Questo passaggio consente la modifica dello Statuto da parte del Consiglio provinciale, con maggioranza qualificata, mantenendo in forza il rango costituzionale dello Statuto di Autonomia dopo ratifica da parte del Parlamento.

    Leggi tutto...

Con un nuovo presidente affrontiamo i lavori per un disegno di legge elettorale

Nella conferenza stampa odierna si è presentato il nuovo presidente dell’Iniziativa per píù democrazia: Erwin Demichiel, che fino a un anno fa lavorava nel servizio sanitario provinciale, succede a Otto von Aufschnaiter, che ha presieduto l’Iniziativa fin dalla sua fondazione nel 2000, e che è stato particolarmente apprezzato per la capacità di mediare fra diverse posizioni, rispettandole e valorizzandole. Aufschnaiter rimane al servizio dell’Iniziativa come membro del direttivo. Il presidente uscente ha dovuto fare i conti con una SVP che fino a oggi continua ad opporsi a una regolamentazione veramente efficace dei diritti di partecipazione dei cittadini (calendario dei peccati della SVP contro la partecipazione), ma ha anche avuto la gratificazione di vedere che l’Iniziativa è diventata una prospettiva politica per l’Alto Adige, alla quale molti cittadini legano le proprie speranze politiche. Pertanto il nuovo presidente ci tiene a individuare – ed apprezza – anche tutto ciò che è cresciuto negli ultimi anni in tema di democrazia, certo dovuto anche al lavoro dell’Iniziativa. Si tratta in primo luogo di una maggiore consapevolezza dei cittadini riguardo al valore delle proprie opinioni e valutazioni; e poi anche di un’indignazione produttiva che si è sostituita alla rassegnazione di fronte alla prassi politica autoritaria e del tutto obsoleta nella nostra provincia.

Leggi tutto...

Nuova newsletter febbraio 2013

ecco la nuova newsletter - febbraio 2013

Adesso è ora di occuparsi della democrazia indiretta!

"Troppo spesso abbiamo agito solo come Iniziativa per più democrazia diretta - ora è giunto il momento di manifestare che è possibile e necessario conseguire più democrazia anche riguardo alla democrazia indiretta. Bisogna chiarire come viene scelta la rappresentanza politica. Le relative regole sono stabilite dalla legge elettorale. E noi abbiamo l'intenzione di riscriverla per elaborare una legge completamente nuova con l'obiettivo di garantire un'elezione veramente libera che permetta la migliore scelta possibile della rappresentanza politica. Non ci aspettiamo molto, a questo riguardo, dalla rappresentanza politica attualmente in carica. A nostro avviso il vizio fondamentale dell'attuale sistema politico consiste nel fatto che proprio coloro che definiscono e approvano le regole del gioco democratico sono continuamente soggetti alla tentazione di farne abuso. A tal riguardo le vicende attuali parlano da sé. E quindi è ora che noi raccogliamo anche questa sfida."

leggi tutta la circolare (978 KB):  file icon pdf circolare_gennaio2013.pdf

Come possono i cittadini partecipare in modo determinante alle scelte della politica?

 La delibera di Giunta per l'ampliamento dell'aeroporto di Bolzano ci fornisce un esempio di quello che accadrebbe con l'ordinamento della democrazia diretta voluto dall'SVP e di quello che sarebbe possibile con le regole proposte di INIZIATIVA PER PIÙ DEMOCRAZIA.

Se fosse stata in vigore la proposta di legge di Iniziativa per più democrazia, che prevede la possibilità di ricorrere al referendum confermativo e quindi di "congelare" la delibera per il tempo necessario ad un'eventuale raccolta di firme da parte dei cittadini,  possiamo presumere che una tale decisione non sarebbe nemmeno stata presa: la Giunta infatti avrebbe temuto di subire una sonora sconfitta all'eventuale voto referendario.

Leggi tutto...

Prima volta in Italia che passa un referendum propositivo

In Valle d'Aosta si sta facendo la storia!

 

Grazie al raggiungimento del quorum passa il primo referendum propositivo della storia della nostra Repubblica. In regione la maggioranza dei consiglieri invitava a disertare le urne, ma i valdostani hanno votato ugualmente: scontata la vittoria di chi non vuole l'inceneritore. leggi

27.000 firme piuttosto che 38.000?

I diritti referendari per questo non diventano più praticabili sulla base del disegno di legge del gruppo consigliare della SVP in materia di partecipazione.

Iniziativa per più Democrazia non è assolutamente sorpresa della notizia che il vertice dell'SVP abbia deciso l'abbassamento del limite del numero delle firme da raccogliere da 38.000 a 27.000. Al contrario: È avvenuto proprio quello di cui l'Iniziativa era fin dall'inizio convinta. La soglia del numero delle firme è stata prima strategicamente fissata ad un livello assurdo (38.000), da poter dimostrare poi al momento giusto la propria disponibilità al compromesso.

Leggi tutto...

I nostri comunicati
Conteggio articoli:
4

Dieses Portal verwendet Cookies zur Optimierung der Browserfunktion.Wenn Sie mehr über die von uns verwendeten Cookies und deren Löschung erfahren möchten, ziehen Sie bitte unsere Datenschutzbestimmung zu Rate.Datenschutzbestimmung.

  Ich akzeptiere die Cookies von dieser Seite.
EU Cookie Directive Module Information